Informazioni sul ricovero

Informazioni utili dal ricovero alle dimissioni

INFORMAZIONI UTILI

Ricovero, accettazione, refezione, visite, dimissioni e cartella clinica

_____

RICOVERO

Modalità del ricovero

Il ricovero nelle strutture della Universo Salute Opera Don Uva è a totale carico del S.S.N..

Viene fatta eccezione per le Residenze Sanitarie Assistenziali, per le quali è prevista una quota di compartecipazione*, a carico dell’ospite e/o del Comune e per le prestazioni in regime di Day Service che prevedono il pagamento della quota di compartecipazione** alla spesa sanitaria da parte del cittadino non esente.

*Per la sede di Foggia nella misura del 30% della retta, stabilita dalla Delibera Regionale n. 698 del 16/05/2003 (il restante 70% è a carico della A.S.L). 

**Per la sede di Foggia il costo del Ticket è pari a € 46,15. 

ACCETTAZIONE

Modalità e procedure

SEDE DI FOGGIA

L’accettazione del ricovero avviene presso il P.U.A. (Punto Unico di Accesso) nel giorno e all'ora programmati.

Il giorno del ricovero, precedentemente concordato con il medico del reparto, l’utente deve recarsi presso il P.U.A. (Punto Unico di Accesso, situato al piano terra dell’Edificio “C”)  con la documentazione necessaria per la registrazione del ricovero. Successivamente, l’utente può essere accolto dal Medico di Reparto e dai Responsabili dei servizi socio-sanitari per raccogliere i dati personali e le notizie clinico-anamnestiche necessarie per la messa in atto delle procedure mediche e infermieristiche.

SEDI DI BISCEGLIE E POTENZA

L’accettazione del ricovero avviene direttamente presso l’Unità Operativa, nel giorno e all’ora programmati.

All’atto del ricovero l’utente è accolto dal Medico di Reparto che provvede a raccogliere i dati personali e le notizie clinico-anamnestiche necessarie per la messa in atto delle procedure mediche e infermieristiche.

PRIVACY

I dati personali e sensibili sono trattati nel rispetto delle vigenti normative in materia di privacy (Reg. UE 2016/679).

COSA PORTARE

Documenti ed effetti personali

Il giorno del ricovero, occorre portare con sé:

  • Documento di identità;
  • Tessera sanitaria;
  • Eventuale documentazione clinica relativa a precedenti ricoveri o accertamenti diagnostici;
  • Effetti personali come: spazzolino da denti, dentifricio, sapone, biancheria personale, vestaglia ecc.;
  • Per i reparti di Riabilitazione sono consigliate tuta e scarpe da ginnastica.

SERVIZI

Servizi sanitari e accessori

Servizio medico - È garantita l’assistenza medica continuativa 24h/24h attraverso un Servizio di guardia attiva interdivisionale.

Servizio religioso - All’interno della Casa, anche in considerazione della tipologia dell’Istituzione, si ha l’opportunità di partecipare a funzioni religiose di rito Cristiano Cattolico.

Servizi accessori - All’interno di ogni Unità Operativa sono a disposizione degli utenti distributori automatici di alimenti e bevande. Nella sede di Foggia il bar è ubicato presso l'edificio A e presso l'edificio C. Nella sede di Potenza il bar è presente presso l'edificio principale.

AREA TERRITORIALE – RIABILITAZIONE IN REGIME SEMIRESIDENZIALE

CENTRO SEMIRESIDENZIALE EX.ART 26 L. 833/1978

Le prestazioni di riabilitazione in regime semiresidenziale, sono convenzionate con il SSN, e vengono erogate a giovani e anziani disabili fisici, psichici e sensoriali, fornendo interventi sia a carattere assistenziale che educativo e riabilitativo.

L’Equipe multidisciplinare è costituita da Medici, Psicologi, Assistenti sociali, Educatori, Infermieri e OSS e ciascun utente inserito nel Semiresidenziale segue un progetto che prevede lo sviluppo di specifici programmi individualizzati.

Il Centro Semiresidenziale Diurno accogli 40 utenti ed è aperto ogni giorno dal lunedi al sabato dalle 8.30 alle 15.30 ed è situato presso il padiglione del CRP (centro riabilitazione polivalente)

Nel servizio sono inclusi trasporto con un mezzo della Struttura, pranzo, eccetera.

Gli ampi locali sono organizzati in modo tale da garantire un clima famigliare e accogliente.

La struttura è dotata di un ampio cortile, utilizzato soprattutto nel periodo estivo dagli utenti in alcuni momenti di relax. All’interno la struttura offre:

  • un comodo salone in cui vengono svolte le attività ludico-ricreative e riabilitative-fisioterapiche
  • due ampi laboratori, dedicati allo svolgimento di attività pedagogiche-educative, attività occupazionali
  • uno spazio mensa/ area di socializzazione
  • Presenza di una tisaneria/cucinetta per la preparazione estemporanea di spuntini e distribuzione dei pasti

 

Le attività sono orientate prevalentemente alla promozione e sviluppo di alcuni ambiti, quali:

  • Ambito dell’autonomia nell’igiene personale, nell’alimentazione, nell’abbigliamento;
  • Ambito delle attività espressive, creative, didattiche e produttive;
  • Ambito delle attività volte a promuovere le abilità sociali;
  • Ambito delle attività volte a promuovere l’integrazione e l’inclusione sociale.

 

ll Servizio persegue i seguenti obiettivi generali:

1.Centralità della persona disabile e della sua famiglia nella predisposizione e nell’attuazione dei progetti d’intervento individualizzati: la famiglia è riconosciuta come primo agente educativo, pertanto il Servizio si muove con l’obiettivo di sostenerla, rispettandone e stimolandone l’autonomia. La persona disabile, nella definizione del progetto individualizzato, deve essere considerata non solo perla compromissione funzionale che possiede ma soprattutto per le risorse e la motivazione   cui è dotata. Solo in questo modo il soggetto può divenire protagonista attivo del proprio processo di crescita.

2.Cura personale: il Centro, fra le proprie prestazioni, offre interventi di cura della persona dal punto divista sanitario-riabilitativo.

3.Crescita psicologica: è un processo che si realizza attraverso l’acquisizione di un maggior livello di autonomia e integrazione sociale con l’obiettivo di raggiungere il benessere globale della persona.

4.Qualità della vita della persona: gli interventi mirano ad innalzare la qualità della vita degli utenti, cercando di raggiungere il massimo livello possibile,

5.Integrazione sociale: è un obiettivo fondamentale di ogni progetto individuale e viene perseguito soprattutto attraverso le iniziative che prevedono un rapporto diretto con il territorio di provenienza del soggetto.

6.Sensibilizzazione dell’ambiente e integrazione in rete: il Centro Diurno promuove la crescita di una cultura della solidarietà, della comprensione della “diversità” come risorse, di diffusione di valori e comportamenti generalizzati nella Comunità, con attenzione all’integrazione in rete tra Servizi, Enti ed Associazioni del territorio di riferimento.

 

Modalità di accesso

Per accedere al Semiresidenziale deve recarsi presso lo Sportello Sociale del PUA, con la seguente documentazione:

  • Impegnativa medico curante : Si richiede ciclo riabilitativo a tipo SEMIINTERNATO in paziente affetto da “___________” ex art. 26 L.833/78
  • Documento d’identità;
  • Tessera sanitaria;
  • Documentazione clinica;
  • Verbale di invalidità;
  • Copia conforme del Verbale di giuramento dell’eventuale Tutore  o Amministratore di sostegno ;

Il ricovero presso il Semiresidenziale viene  autorizzato dal Dipartimento di Riabilitazione della ASL FG. Successivamente all’autorizzazione, l’utente verrà contattato dal Medico della struttura e  dall’assistente sociale per l’inserimento nel Centro.

Per ulteriori informazioni sull'Opera Don Uva
consulta gli allegati disponibili nell'Area Download

TORNA SU